Interrogazione “Chirurgia Senologica Rimini – Santarcangelo”

Interrogazione richiesta da Valeria Piccari, Associazione Crisalide e Il Punto Rosa

Rimini, 10/11/2016

Alla C.a. Sindaco Comune di Rimini Signor Andrea Gnassi

Chirurgia senologica Rimini - Santarcangelo

Questa interrogazione viene fatta su richiesta dell'ex consigliee VALERIA PICCARI che insieme alle associazioni CRISALIDE E IL PUNTO ROSA DI RIMINI e l’associazione EUROPA DONNA ITALIA di Milano si stanno battendo per permettere alla chirurgia senologica di Rimini- Santarcangelo di rimanere fiore all’occhiello della Romagna.

Noi come consiglieri:

Abbiamo preso atto della bozza di RIORDINO SANITARIO della AUSL ROMAGNA e delle osservazioni prodotte dalle associazioni sopra citate che rappresentano migliaia di donne operate di cancro,

Abbiamo preso atto della volontà di depotenziamento del reparto di Chirurgia Senologica che lo stesso assessore regionale alla sanità Dott. Venturi e il presidente della nostra regione, Bonaccini, hanno più volte dichiarato una “ECCELLENZA”

Abbiamo preso atto che le LINEE GUIDA REGIONALI sulla riorganizzazione della SANITA’ in EMILIA ROMAGNA recitano, nel preambolo, che va consolidato il rapporto tra le associazioni di volontariato e le rappresentanti delle pazienti,

Abbiamo preso atto che, in regione, si dovrà procedere alla concentrazione dei servizi,

Abbiamo preso atto che, per quanto riguarda le BREAST UNITS, la Regione precisa che devono rimanere nel territorio specificando: almeno UNA per Provincia,

Abbiamo preso atto che, non è possibile staccare la chirurgia senologica dalla sua BREAST UNIT e farne una “articolazione” di un’altra Breast Unit (forlì),

Abbiamo preso atto che CGIL-CISL-UIL hanno già dichiarato la loro netta opposizione a unità operative complesse “TRASVERSALI” alle varie provincie,

CONSIDERANDO ORA che la chirurgia Senologica di Rimini-Santarcangelo, rispetto alla Chirurgia Senologica di Forlì ha:

  • il miglior numero di pazienti operate (dati regionali 1° semestre 2016: 197 contro 167)
  • la miglior lista di attesa (dati regionali: 87% di donne operate nei primi 30 giorni contro il 19%). Si tratta di uno dei più importanti indicatori di qualità.
  • La qualità certificata EUSOMA (ente certificatore della COMUNITà Europea, in Italia ce ne sono solo 8),
  • Il miglior chirurgo plastico dell’azienda (ricostruzione con lipostruttura)
  • La migliore tecnologia (unica ad avere la Radioterapia Intraoperatoria)
  • È un Teaching Centre per quanto riguarda la tecnica di localizzazione del linfonodo sentinella mediante il Verde Indocianina (in 2 anni, la Ausl ha risparmiato 500.000 euro)

SIAMO CONTRARI

  • A trasferire la gestione dei professionisti del reparto di chirurgia Senologica di Rimini- Santarcangelo al reparto di Chirurgia Senologica di Forlì
  • A traferire la gestione del chirurgo plastico al reparto Grandi Ustioni di Cesena
  • Al taglio di ben 15 posti letto su 24

CHIEDO AL SINDACO SE INTENDE INVITARE IL DIRETTORE GENERALE DELLA AUSL ROMAGNA:

  • A mantenere la SPECIFICITA’ TERRITORIALE della Chirurgia Senologica e di tutti i suoi professionisti, per non disperdere il lavoro e le professionalità cresciute/create in questi anni.
  • Ad accettare la proposta inscritta nella bozza sia riguardo al superamento della stessa UOC di Chirurgia Generale e Senologica di Santarcangelo
  • A trasformare l’attuale UOC della Chirurgia Generale e Senologia di Santarcangelo in UNITA’ SEMPLICE DIPARTIMENTALE, cioè all’interno del Dipartimento Chirurgico di Rimini lasciando invariati gli equilibri dentro la Breast Unit e nel territorio.
  • A confermare come COORDINATORE delle chirurgie Senologiche della Ausl Romagna il Direttore della UOC della chirurgia Senologica di Forlì.

 

Andrea Bellucci

Obiettivo Civico

#ConsiglioComunale #Rimini #ObiettivoCivico #Bellucci #Sanità #Senologia

Obiettivo Civico

Related Articles

Leave a Reply

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close