Interrogazione encomio agente di polizia

Signor Sindaco, sono qui oggi a portare all’attenzione di tutto il consiglio e della cittadinanza, una persona “fuori dal comune”; ho scelto proprio questo aggettivo per un duplice motivo:

- Il primo, è che appunto non è nato nel nostro “comune” ma risiede a Rimini solo dagli ultimi 20 anni,
- Il secondo, ben più importante, che lo qualifica “fuori dal comune” è che si è sempre distinto nella vita civica della città con un grande altruismo e generosità verso noi cittadini e soprattutto verso la città stessa.

E’ bene ricordarsi che Rimini attualmente non gode di molta popolarità sui giornali nazionali per quanto riguarda la sicurezza, complici anche, gli enormi flussi turistici che invadono la città nei mesi estivi e che mettono sempre più alla prova le nostre forze dell’ordine, che sono costrette a rinunciare molto spesso a ferie o a dei semplici permessi per proteggere e difendere la città dai non più semplici delinquenti di quartiere ma dai sempre più temibili attacchi terroristici.

Tra tutti questi agenti, negli ultimi anni si è distinto in maniera considerevole la persona di cui parlo in questa lettera: l’agente di Polizia Penitenziaria Mauro Vagnini. Abbiamo letto tutti il suo nome nelle ultime cronache locali grazie ai ben 136 arresti negli ultimi 10 anni; dato che ha dell’incredibile, considerando che Vagnini non gli ha compiuti durante il suo normale orario lavorativo, ma bensì tutte azioni compiute fuori servizio; infatti settimanalmente uscendo dal servizio in carcere si sposta in borghese nelle “zone rosse del borseggio”: dal mercato, alla stazione, passando per le più importanti linee degli autobus che ogni giorno fanno spola tra Rimini e Riccione portando con se migliaia di persone.

L’agente Vagnini, grazie al cielo, si è ritrovato più volte nel posto giusto nel momento giusto non solo quando ha bloccato gli innumerevoli borseggi o rapine ma anche quando in 2 occasioni si è ritrovato a salvare la vita a 3 persone. Nel 2013 infatti durante uno dei più terribili nubifragi che ha colpito la città è riuscito a salvare la vita ad una madre e figlia rimaste intrappolate nella loro automobile, mentre nel 2014 grazie ad un massaggio cardiaco ed una respirazione bocca a bocca è riuscito a salvare la vita ad un atleta durante la Rimini Marathon.

Mauro, con il suo lavoro e con la sua voglia di giustizia e passione per il bene comune sta aiutando questa città ad essere sicuramente un posto migliore.

Per questo chiedo al Sindaco di riconoscere i meriti all’agente-eroe Mauro Vagnini in modo tale che non solo gli possa essere riconosciuto il suo impegno verso la città, ma che possa essere da esempio per tutte le persone che tengono alla città e al nostro paese.

Grazie
Andrea Bellucci
Obiettivo Civico

Obiettivo Civico

Leave a Reply

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close