Interrogazione e relativa risposta scritta “Teleriscaldamento”

Interrogazione richiesta da Movimento Libero - Inviata via mail

Rimini li 16/10/2016

Alla c.a.

Sindaco Comune di Rimini

Signor Andrea Gnassi

Interrogazione con Richiesta di Risposta Scritta Urgente Entro Cinque Giorni Art. 43 Comma 3 TUEL

Teleriscaldamento

Signor Sindaco,

sottopongo alla Sua attenzione una interrogazione richiesta dal gruppo politico “Movimento Libero” a proposito della problematica del teleriscaldamento nei tre quartieri interessati di Rimini.

Premesso che l’ex assessore Visintin Sara nel mese di maggio 2015 delineava un percorso preciso per arrivare entro fine 2015 all’abbassamento delle tariffe del teleriscaldamento cosi’ come annunciato nella sua campagna elettorale nel 2011;

Preso atto che, come da risposta ad una interrogazione prot. 219323 del 20/10/2015 il dott. Vannucci (dirigente del Settore Pianificazione Attuativa ed Edilizia Residenziale Pubblica ) ha risposto dicendo che entro il 31/10/2015 l’ufficio avrebbe provveduto ad approvare l’esito dell’istruttoria del costo delle opere di urbanizzazione del PEEP di Viserba (confermato con risposta del 18/02/2016 prot. 0033232) e che quindi è stata confermata la possibilità di chiedere a Sgr di applicare la riduzione tariffaria fino alla concorrenza dell’ammontare massimo fissato in euro 2.045.655 (risultanze approvate con determinazione dirigenziale n. 2501 del 15/12/2015 con predisposizione del certificato di collaudo delle opere entro febbraio 2016);

Ritenuto - come da scritto del dott. Vannucci - che da febbraio 2016 sarà possibile chiedere a Sgr la suddetta riduzione tariffario con effetto retroattivo dal mese di ottobre 2010;

Ritenuto ancora che dal febbraio 2016 gli uffici comunali hanno quindi operato per richiedere la riduzione di cui sopra con relativi rimborsi e che trattasi di soldi pubblici.

Valutato che a partire dal mese di gennaio 2016 le riduzioni retroattive dovevano essere di 9,5 €/MWh e che dovevano esserci ulteriori economie di scala dovute all’estensione delle reti (tecnopolo con riduzione di circa 1€/MWh a partire da gennaio 2015);

Gli uffici comunali delineavano quindi le seguenti riduzioni:

- con effetto retroattivo da ottobre 2010 la riduzione di 9,5 €/MWh

- da gennaio 2015 la riduzione di 3,05 €/MWh


- da gennaio 2016 la riduzione di 0,85 €/MWh


Evidenziato infine come da note inviate e pubbliche le riduzioni tariffarie con adeguamento delle bollette e rimborsi (circa € 57,00 all’anno per utente dal 2010) sarebbero dovute partire da gennaio 2016 ma che, allo stato attuale, i cittadini aspettano ancora le promesse riduzioni;

Per tutto quanto sopra esposto si chiede puntuale e celere risposta in merito a:

1) Quando saranno rimborsati i teleriscaldati e abbassate le tariffe così come più volte evidenziato;
2) Di quale importo sarà la riduzione tariffaria;

3) Di che importo sarà il rimborso per il risparmio negli oneri di urbanizzazione;
4) Di che importo sarà la riduzione dovuta all’incentivo statale – certificati verdi (circa € 600.000 solo per il 2010)

Grazie.

Luigi Camporesi

Obiettivo Civico

Risposta scritta del Comune

 

#Interrogazione #Teleriscaldamento #ConsiglioComunale #Rimini #ObiettivoCivico #MovimentoLibero

Obiettivo Civico

Related Articles

Leave a Reply

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close