Famiglia

“Non è vero che il lavoro allontana la donna dalla maternità. E' vero il contrario: proprio l'aumento del lavoro femminile può diventare un fattore favorevole alle nascite. E' in tutti gli studi più seri al riguardo che questo risulta. Le politiche per la famiglia, comprese quelle di conciliazione dei tempi di sua cura con quelli di lavoro, sono un contributo essenziale allo sviluppo equilibrato e sostenibile del Paese” [Presidente Repubblica Sergio Mattarella].

“La persona costituisce il valore irriducibile, come libertà e desiderio di bene, che fonda la possibilità stessa del benessere sociale e che riconosce nella famiglia l’ambito naturale di custodia, di protezione e di educazione della propria identità”

I principi ispiratori della politica dell'Amministrazione in merito alla famiglia sono i due valori sopra espressi, persona e famiglia. E' in ragione di questi due valori che si devono attuare le politiche amministrative relative: (1) umanizzazione del benessere; (2) solidarietà; (3) sussidiarietà.

Politiche Familiari

La famiglia deve essere assunta come elemento interpretativo per la lettura della vita della comunità, come partner progettuale nello sviluppo delle politiche familiari, come soggetto attivo, e come risorsa civile e pubblica.

Il trend demografico attuale suggerisce l'incentivazione delle nascite, politica che deve essere accompagnata dalla promozione dell'equità fiscale e dalla qualificazione del tempo delle famiglie.

La famiglia deve essere sostenuta nell'assolvimento dei propri compiti e facilitata nella costituzione di nuove unità, così come nella sua riparazione quando necessario, valorizzandone e potenziandone le diverse funzioni.

Deve essere realizzato un welfare locale plurale, caratterizzato dallo sviluppo di relazioni sociali fra i vari soggetti del mondo associativo e imprenditoriale, che saranno chiamati ad assumere responsabilità nei confronti della famiglia e a creare le condizioni per una comunità sensibile alle sue esigenze.

La promozione della famiglia come risorsa responsabile deve essere attuata in parallelo al coinvolgimento delle Associazioni Familiari.

Devono essere sviluppate nuove modalità di funzionamento dell'azione amministrativa, per esempio l'adozione di processi decisionali e modalità operative a favore della famiglia di tipo collaborativo fra i diversi assessorati.

Deve essere perseguito il potenziamento delle famiglie, delle associazioni familiari e delle aggregazioni sociali in relazione alla capacità di valutare, di decidere e di agire, affinché possano non solo acquisire conoscenze e strumenti e maturare le proprie esperienze, ma anche produrre nuove conoscenze, assumere responsabilità, ed essere creative rispetto al bisogno.

Devono essere valorizzate e promosse le reti di solidarietà primaria (a livello di famiglie e di vicinato) e secondaria (fra organizzazioni, e fra queste e le istituzioni), volte al consolidamento delle relazioni tra persone, famiglie ed organizzazioni.

Promozione della comunità, sensibilizzando le persone nei confronti delle esigenze delle famiglie, valorizzando le relazioni corte di prossimità, che generano e alimentano senso di appartenenza, coesione sociale e fiducia.

Sviluppo organizzativo “a misura di famiglia”, affinché organizzazioni centrate sulle risposte a singoli individui, diventino sempre più adeguate a rispondere alle esigenze della famiglia e siano sempre meno burocratizzate.

Accoglienza e Famiglia. (1) Sostegno alla Famiglia per condividere la disabilità di un figlio; (2) assistenti alle neo-mamme.

Cura e Famiglia. (1) Tagesmutter; (2) sostegno alla non autosufficienza, attraverso la promozione delle scelte di domiciliazione, potenziando la capacità di autodeterminazione della Famiglia; (3) inclusione nello Statuto del Comune di un riferimento alla famiglia “Cellula fondamentale della vita sociale della comunità locale”; (4) azione di governance mirata sulle relazioni reciproche fra ambiente ed attori, secondo una logica di condivisione in rete di obiettivi, progetti, azioni e strumenti; (5) potenziamento del “Centro per le Famiglie”; (6) promozione della crescita dell’Associazionismo Familiare, con valorizzazione della Consulta delle Associazioni familiari, secondo una logica di sussidiarietà orizzontale.

Proposte

Bonus Famiglia. E' un bonus per le giovani coppie che intendono contrarre il matrimonio, civile oppure religioso.

Bonus Prima della Nascita. E' un bonus per ogni nato o adottato, versato al settimo mese di gravidanza.

Bonus di Sostegno Base. E' un contributo mensile fino al terzo anno di età, per ogni nato o adottato.

Bonus Casa. Sul fronte del disagio abitativo, deve essere istituito il ‘Bonus Casa’ per le famiglie in affitto colpite da eventi che hanno determinato una riduzione della capacità reddituale e rischio di perdita della casa.

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close